AUTUNNO IN BARBAGIA 2017 - AUSTIS.

Autunno in Barbagia 2017 - 23 e 24 Settembre 2017 Autunno in Barbagia 2017 - 23 e 24 Settembre 2017

Gli Amici dei Sos Colonganos vi danno il benvenuto ad Austis il 23 e 24 Settembre 2017per il programma di autunno in barbagia 2017. 

Vi aspettiamo in tanti.

Programma di Autunno in Barbagia ad Austis:

Sabato, 23 settembre 2017:

  • ore 9,30 – Centro storico – Apertura delle cortes, delle mostre, degli stand ed esposizione dei prodotti locali.
  • ore 10,00 – Partenza dalla Parrocchia di Santa Maria Assunta – Pellegrinaggio alla chiesa campestre di Sant’ Antonio in Basiloccu, Processione e Santa Messa,  a cura delle confraternite N.S. del Rosario e del Sacro Cuore di Gesù. . con la partecipazione del gruppo folk “Santu Antoni” e dei suonatori di organetto locali.
  • ore 15,00 – Centro storico – Lavorazione e degustazione del formaggio, ricostruzione ambiente agro-pastorale.
  • ore 16,30 – Centro storico – Lavorazione e degustazione del pane tipico.
  • ore 17,00 – Centro storico – Esibizione dei gruppi folcloristici e dei tenores.
  • ore 21,00 – Piazza Corroga – Festeggiamenti con balli e canti.

Domenica, 24 settembre 2017 – Ottava di Sant’Antonio:

  • ore 9,30 – Centro storico – Apertura delle cortes.
  • ore 10,00 – Pellegrinaggio a S. Antonio in Basiloccu, a cura delle confraternite N.S. del Rosario e del Sacro Cuore di Gesù. Raduno presso la Parrocchia S.M. Assunta e partenza verso la chiesa campestre di Sant’Antonio in Basiloccu, con la partecipazione del gruppo folk “Santu Antoni” e dei suonatori d’organetto locali.
  • ore 11,00 – Processione e S. Messa Solenne in onore di S. Antonio, con partenza dall’ omonima località
  • ore 15,00 – Centro storico – Lavorazione e degustazione del formaggio, ricostruzione ambiente agro-pastorale.
  • ore 16,30 – Centro storico – Lavorazione e degustazione del pane tipico.
  • ore 17,00 – Centro storico – Esibizione dei gruppi folcloristici e dei tenores.
  • ore 18,00 – Lungo le vie del centro storico – Uscita della maschera tradizionale de Sos Colonganos e de S’Urtzu per le vie del paese, con rito finale attorno al fuoco presso piazza Cavour.

Nei due giorni dell’evento inoltre:

  • Offerta del dolce tipico austese “Pabassinu” e di una cartolina ricordo del paese ai visitatori
  • Escursioni guidate nel territorio e alla roccia de sa Crabarissa
  • Visita alla mostra “Panes”, presso l’oratorio parrocchiale nel piazzale della chiesa

Cosa fare ad Austis e dintorni:

  • Scorci suggestivi del centro storico
  • Visita ai laboratori di arte e cultura e alla realizzazione dei murales
  • Visita al crocifisso ligneo opera dello scultore Elio Sanna resso la chiesa parrocchiale
  • Mostra: “Usi, costumi e tradizioni“, presso la Casa della Memoria in viale Diaz
  • Casa padronale austese – Casa della Memoria, via Diaz
  • Sas domos antigas – Le case antiche visitabili lungo le vie del paese.

Bellezze naturali e archeologiche del territorio:

  • Santuario Campestre S. Antonio
  • Sa Crabarissa (vedi sotto)
  • Sa Conca de Oppiane
  • Su Nou Orruendeche
  • Nuraghe di Turria
  • Bortamelone
  • S’arzola austese in località Sant’Agostino (proseguimento via Dante).

Sono circa 40 le cortes apertas nel piccolo ma graziosissimo paese di Austis (poco più di 800 abitanti), tra enogastronomia, punti di ristoro,  degustazioni, artigianato, mostre, esposizioni e dimostrazioni. La cartina qui sotto per quanto relativa allo scorso anno è però utile per orientarsi nel centro storico del paese e per avere da subito un’idea chiara su dove parcheggiare.

La roccia de sa Crabarissa:

Il territorio di Austis si presta anche a tante escursioni, o verso Teti e suoi villaggi nuragici, o verso Neoneli, nella cui direzione si trova anche la roccia de sa Crabarissa, la cui straziante leggenda è legata alla tradizione della transumanza, che i pastori della zona praticavano verso il Campidano di Oristano.

La curiosità:

Il nome Austis viene dal latino Augustis e va a rimarcare come questo piccolo borgo si trovasse lungo il confine tra la Sardegna Romana – venne fondato al tempo di Ottaviano Augusto –  e quella “Barbara” dell’ interno. L’importanza della sua posizione si deve al fatto che di qui passava l’antica strada che da Cagliari portava a Olbia (dopo aver attraversato poco prima Fordongianus o, se preferite, Forum Traiani).

La mappa delle Cortes Ad Austis. La mappa delle Cortes Ad Austis.